Funeraria Roma Capitale ricorda il giornalista e scrittore Gianni Clerici

Gianni Clerici

Il giornalista e scrittore Gianni Clerici è morto nella sua villa a Bellagio. Lo Scriba del tennis aveva 91 anni.
Scompare uno dei massimi esperti del tennis mondiale. Divenne molto popolare in Italia anche per aver formato con Rino Tommasi un duo irresistibile nel raccontare e commentare (su Telecapodistria e poi su Tele+ divenuta Sky Sport) i tornei di tennis più importanti del mondo. Gianni Clerici coniò termini diventati poi comuni a tutti gli appassionati della racchetta: i palleggiatori “incollati” a fondo campo divennero arrotini, il rovescio a due mani bimane e Pete Sampras fu ribattezzato Pietrino. Rino Tommasi intratteneva gli appassionati con le sue statistiche, lo Scriba con aneddoti e commenti puntuali ai colpi più eleganti. Il Dottor Divago fu il soprannome che gli diede il suo amico Rino.
Gianni Clerici nacque a Como ed ebbe una discreta carriera come tennista vincendo due titoli nazionali juniores di doppio con Fausto Gardini e partecipando, come singolarista, ad una edizione di Wimbledon (1953) e del Roland Garros (1954).
Dal 1951 iniziò la sua attività di giornalista che lo ha portato a scrivere più di 6.000 articoli sportivi. Dal 1988 lavorava per L’Espresso e la Repubblica. Fu anche un apprezzatissimo scrittore con 26 opere pubblicate. Il suo 500 anni di tennis è considerato la Bibbia di questo sport. Uscito nel 1974, ristampato ed aggiornato nel 1987, 2004, 2006, 2007, 2008, 2013. La sua ultima opera risale al 2015 ed è una sorta di autobiografia: Quello del tennis. Storia della mia vita e di uomini più noti di me. https://sport.sky.it/tennis/2022/06/06/gianni-clerici-morto
Gianni Clerici fu anche uno scopritore di talenti. Durante gli US Open del 1987, su suggerimento di Bud Collins (giornalista, conduttore televisivo e telecronista statunitense scomparso nel 2016), andò a vedere una partita del torneo juniores in cui era impegnato il futuro numero uno del tennis mondiale contro Michael Chang, che avrebbe vinto il Roland Garros due anni dopo. Collins gli aveva segnalato proprio quest’ultimo ma Gianni Clerici a fine partita consigliò a Sergio Tacchini di mettere sotto contratto il vincitore di quell’incontro che non era ancora tra i primi 100 del mondo. Non fu di certo una svista la sua dal momento che quel giocatore era Pete Sampras!
Gianni Clerici nel 2006 fu inserito nella International Tennis Hall of Fame, primo giornalista non anglofono della storia e secondo italiano di sempre dopo Nicola Pietrangeli.


0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *